giovedì 16 giugno 2011

Aspettando l'estate

Aspettando l'estate all'ombra dell'ultimo sole
sospeso tra due alberi a immaginare
l'estasi dei momenti d'ozio
voglio riscoprire aspettando l'estate (Battiato)


(acquerello, pennarellino nero troppo grande ma quello ci avevo, un pò di acrilico per la pioggia, un pò di morale basso stile febbraio, una foto senza flash al posto dello scanner)

mercoledì 15 giugno 2011

En Plein Air

 Uscire per andare a dipingere en plein air e copiare dalla realtà per poi trovarsi a dipingere chez moi per copiare dai ricordi della giornata.


(acquerello bagnato, acquerello sfortunato)

Soddisfazioni!

Questa riproduzione di un dipinto del 700, eseguita con acrilici su tavola e finita con vernice Damar per dargli una parvensa di dipinto ad olio, è diventata lo sportello di un contatore della luce. E per adattarlo è stata pure segata la parte in basso dove scorre.. dove scorreva il fiume sotterraneo. Grandi soddisfazioni! Soddisfazioni anche per questa bellissima foto senza riflessi...

   
(acrilico su tavola)

sabato 11 giugno 2011

martedì 7 giugno 2011

Addominali Disegnati

Mi dispiace deludere ancora i visitatori occasionali con un titolo ingannevole. Lo so, è giugno, l'estate è iniziata e la prova costume non vi fa dormire tranquilli. Ma questo non è il sito di Gioia e tantomeno un blog dove si danno ricette miracolose per perdere peso e scolpire il proprio fisico in poche mosse e magari senza fatica.
Questo è il blog di Ma che mangia parmigiano e succo di frutta alla pera prima di andare a letto e fa colazione con i Girasoli alla crema del mulino bianco.
Il segreto del mio fisico scolpito non sta in faticosi esercizi o in privazioni alimentari. No, il mio segreto è un trompe l'oeil, un inganno visivo. Come ci sono i falsi magri, io sono un falso muscoloso da spiaggia.
I miei addominali e i miei pettorali sono, in realtà, disegnati davvero. I peli che mi nascono sul petto e sulla pancia si concentrano e sviluppano su linee ben precise che vanno a creare, come fossero segni lasciati da un pennino di un disegnatore di fumetti, tutta la (finta) fascia addominale e i pettorali. Forse i due disegni qua sotto possono aiutare a far capire l'illusione del mio fisico.
Nell'immagine azzurra è raffigurato il mio ipotetico corpo glabro, in quella arancio come i peli vanno a disegnare un fisico scolpito con tanto di chiaroscuri in un libero tratteggio naturale.






(pennarellino nero e pennarelli su carta comune da stampante)